Il libro fotografico che mira a sfidare le idee convenzionali sulla bellezza femminile

Un libro con ritratti di donne di tutto il mondo propone di sfidare il miope concetto di bellezza rappresentato dai mass media e di celebrare la diversità.

"Le percezioni di ciò che costituisce il bello sono troppo fortemente dettate dai media della moda femminile e non riescono ad abbracciare la vera diversità dell'umanità", dice l'autore del nuovo libro fotografico, "L'atlante della bellezza", libro che presenta 500 fotografie di donne provenienti da oltre 50 paesi e che mira a sfidare gli ideali convenzionali di bellezza.

"C'è così tanta pressione sulle donne a presentarsi in un certo modo, ovunque nel mondo, e c'è anche tanta discriminazione nei loro confronti", ha detto Mihaela Noroc, la fotografa rumena dietro al progetto. "Per me, la bellezza è diversità. La vera bellezza di solito non viene notata ed è molto più di ciò che vediamo oggi nei mass media. Mi sono resa conto che un progetto onesto sulle donne di tutto il mondo, sulle loro lotte e sogni, è davvero necessario oggi."

Negli ultimi quattro anni, Noroc ha girato il mondo con la sua macchina fotografica scattando foto e catturando le storie di donne incontrate lungo la strada. Tutto è iniziato con un viaggio in Etiopia nel 2013, in cui la fotografia era per lei ancora solo un hobby.

"Subito sono rimasta affascinata dalle donne che ho visto durante quella vacanza", ha detto. "Molte di loro stavano lottando e lavorando sodo, a volte affrontando la discriminazione. Ma in questi ambienti difficili, brillavano come stelle - con dignità, forza e bellezza...spero che questo libro possa convincere più persone che la diversità è un tesoro, e non un fattore scatenante per conflitti e odio. Siamo molto diversi, ma allo stesso tempo facciamo tutti parte della stessa famiglia ".

Il libro, pubblicato da Particular Books, presenta donne da tutto il mondo: dal Regno Unito all'Iran, dalle tribù amazzoniche alla Corea del Nord.

Ecco alcuni scatti commentati dalla fotografa:

Addis Abeba, in Etiopia
2.ethiopia

"Ho incontrato Samira nella caffetteria del suo migliore amico. Lei è musulmana e la sua amica è cristiana. Durante la visita a questo meraviglioso paese, ho visto molte belle amicizie che vanno oltre la religione. Ma c'erano anche terribili conflitti, radicati nelle differenze di etnia. Lo sguardo sereno di Samira mi fa sperare che le persone di buon cuore come lei renderanno questo mondo un posto migliore. "

Chichicastenango, Guatemala

1.guatemala lr

"Molte donne del mondo portano grandi pesi ogni giorno, sia letteralmente che figurativamente. E lo fanno con tanta tenerezza e positività. "

Parigi, Francia
3.belgian

"Ania è nata in Polonia senza la gamba destra. Sua madre l'ha abbandonata in ospedale, implorando il dottore di prendersi cura di lei. A 19 mesi, è stata adottata da una famiglia belga, dove ha avuto una bellissima infanzia. Mi ha detto che i suoi genitori erano fantastici. Hanno adottato più bambini disabili e sono tutti cresciuti felici in campagna, circondati da animali da fattoria e godendo della natura.

Ania amava sempre gli sport e il suo unico sogno era avere una protesi adeguata per la corsa. Pensava che se fosse diventata un'atleta famosa, la madre biologica l'avrebbe vista sui media e avrebbe avuto la possibilità di trovarla in Polonia. Anni dopo, ha convinto i medici a portarla in una sperimentazione medica, e oggi ha una protesi unica e può finalmente scappare come soleva immaginare quando era piccola. "

Città del Messico, Messico
4.mexico"Il capitano Berenice Torres è pilota di elicottero per la polizia federale messicana. Questa donna coraggiosa, che è anche madre, fa parte di un'unità di forze speciali create per combattere i cartelli della droga, o per salvare le persone dai disastri naturali. Quando parla del suo lavoro, la passione nei suoi occhi è impressionante. "

Istambul, Turchia
5.turkey

"Durante i miei viaggi, ho incontrato così tante donne meravigliose che mi hanno detto che non si sentono affatto belle. Influenzate dal modo in cui i media descrivono la bellezza, molte persone si sentono pressate a seguire un certo standard di bellezza. Ma non è il caso di Pinar. Lei è turco-cipriota e ha sempre sognato di diventare un'attrice teatrale. Quindi, si è trasferita da Cipro in Turchia, ha lavorato sodo e realizzato il suo sogno. Mentre ama interpretare ruoli diversi sul palco, nella vita reale, adora essere se stessa, naturale e libera. Alla fine, la bellezza è l'essere se stessi, qualcosa che Pinar dimostra bene. "

Teheran, Iran
36.iran
"Il suo nome è Mahsa, che significa 'come una luna' in persiano. Quando era un'adolescente, suo padre insisteva perché lei studiasse per diventare un medico, ma Mahsa era più interessata alle arti e scelse di diventare una graphic designer. È orgogliosa del fatto che, da quando ha compiuto 18 anni, è stata economicamente indipendente, e presto ha in programma di aprire una sua azienda ".

Tutte le immagini: Mihaela Noroc
Fonte: https://www.positive.news/2017/lifestyle/29485/photography-book-aims-to-challenge-conventional-ideas-of-female-beauty/

Vota questo articolo
(3 Voti)
Il libro fotografico che mira a sfidare le idee convenzionali sulla bellezza femminile - 5.0 out of 5 based on 3 votes