All’ombra degli ulivi è nato un movimento

CIR SalentoÈ un fiume in piena il Salento, che i politici non sanno ascoltare, i mercanti non vogliono riconoscere, i grandi media non riescono a capire e a mostrare. Rabbia, creatività, determinazione si diffondono in molti modi. Almeno tre presidi permanenti nelle campagne, azioni di pressione al livello europeo e sotto i tribunali, campagne di informazione con centinaia di incontri nei territori (non solo in Puglia), uso costante dei social network, iniziative di artisti, ma anche pic-nic festosi e ribelli come quello di domenica a Veglie (e il 25 Aprile appuntamento a Oria). 

Persone di età e percorsi diversi mettono in comune saperi e pratiche, dubbi e lotte, storie e speranze. Hanno già rotto la gabbia di silenzio e bugie del governo, hanno costretto a ridurre il numero di alberi da abbattere, hanno fermato per il momento le operazioni di abbattimento degli ulivi, ma soprattutto hanno cominciato a rifiutare la dittatura del denaro e a riempire di senso la parola comunità. Altro che primavera pugliese: un movimento di questo tipo, dicono, qui non si era mai visto.

Al Popolo degli ulivi è dedicata questa galleria, che raccoglie alcune fotografie arrivate dal Salento (ringraziamo gli autori e le autrici).

Salento


Salento1

Salento2

Salento3

Salento4

Salento5

Salento6

Salento7

Salento8

Salento9

Salento10

Salento11

Salento12

Salento13

Salento14

Salento15

Salento16

Salento17

Salento18

Fonte: http://comune-info.net/2015/04/allombra-degli-ulivi-e-nato-un-movimento/

Vota questo articolo
(6 Voti)
All’ombra degli ulivi è nato un movimento - 5.0 out of 5 based on 6 votes