Istanbul - ricicli la plastica e viaggi gratis!

istanbulmachineL'Istanbul Metropolitan Municipality (IBB) sta introducendo una soluzione innovativa al problema dei rifiuti di plastica:  per chi ricicla, ricariche gratuite sulla tessera di viaggio!

Il comune ha infatti avviato l'installazione di macchine automatizzate chiamate "Smart Mobile Waste Transfer Machines" in tutta la città: queste macchine prendono come pagamento le bottiglie di plastica usate, emettendo in cambio crediti corrispondenti al valore di ciascun articolo di plastica inserito. Crediti che possono poi essere utilizzati per più forme di trasporto pubblico...

Attualmente, è in atto la prima fase di istallazione di questi distributori in 25 sedi, con l'obiettivo finale di introdurne almeno 100 entro la fine del 2018.

Le macchine sono dotate di un'interfaccia elettronica in grado di riconoscere e riordinare i rifiuti scartati, frantumarli, distruggerli e conservarli per poi essere riciclati.

Depositando un contenitore idoneo - in questo caso bottiglie di plastica, i pendolari riceveranno crediti di rimborso per le loro carte "Istanbulkart" che possono essere utilizzate nei sistemi di trasporto pubblico della città e in molti altri servizi municipali.

Questo schema rappresenta un grande passo verso una maggiore consapevolezza sul riciclaggio.

Istanbul ospita circa 15 milioni di persone e produce in media 17.000 tonnellate di rifiuti domestici ogni giorno, di cui 6.000 tonnellate vengono trasformati nei centri di raccolta e riciclaggio della IBB.

Istanbul non è l'unica città che sta affrontando i problemi ambientali usando i loro sistemi di transito: una stilista di 27 anni a Londra ha creato un modo geniale di generare energia eolica utilizzando un materiale simile a un tessuto, per generare elettricità dal vento proveniente dalle metropolitane.

E, per promuovere la forma fisica, qualche anno fa la Russia ha aggiunto una macchina nella metropolitana di Mosca che offre un biglietto gratuito se riesci a completare almeno 30 squat in due minuti!

Vota questo articolo
(0 Voti)