Così Trichet celebrò l'ingresso di Cipro nell'euro

25 Marzo 2013
Pubblicato in Economia

trichetPoco più di cinque anni fa l'ex Governatore della Banca Centrale Europea, Jean-Claude Trichet, salutava pubblicamente l'ingresso di Cipro nell'euro. Era il 18 gennaio del 2008, e a Nicosia il numero uno dell'Eurotower spiegava che quella celebrazione era il frutto "delle politiche macroeconomiche di successo perseguite dalle autorità cipriote" negli anni precedenti.

L'entusiasmo che emerge in alcuni passaggi del discorso di benvenuto, di cui si conserva copia negli archivi della BCE, era tanto: "Cipro beneficerà delle politiche BCE orientate alla stabilità. Inoltre, per una piccola economia aperta qual è quella cipriota, l'adozione dell'euro fornirà al Paese protezione dalle crisi finanziarie internazionali che spesso hanno effetti sproporzionati sulle realtà economiche minori", spiegava Trichet.

 

Euro: suicidio politico?

19 Marzo 2013
Pubblicato in Economia

Sapir3Pubblichiamo un'articolo di Jaques Sapir, economista e direttore dell' Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi.

Si parla tanto degli effetti dell'uscita dall'Euro, in questo articolo Sapir, partendo dalla Francia, ma analizzando anche i problemi italiani, ci parla degli effetti nefasti del RIMANERE nell'Euro.

 

I criminali dell'inflazione

08 Gennaio 2013
Pubblicato in Economia

Alberto BagnaiFanno di tutto per convincerci che l'euro è la nostra salvezza, e che non si deve toccare. Uno degli argomenti che vengono usati di più, contro l'uscita dall'Euro, è la "certezza" di un inflazione catastrofica. Balle. Enormi balle.

I Greci cedono alle pressioni europee e votano per il commissariamento.

17 Giugno 2012
Pubblicato in Politica

grecia"Nuova Democrazia e Pasok hanno i numeri per governare"
Ue: aiuteremo la Grecia - Casa Bianca: fate presto a formare un governo.

La triplice tenaglia

16 Giugno 2012
Pubblicato in Politica


la triplice tenaglia4Ovvero, come creare un nemico che non c'è, tenere a bada i moderati europei, farsi aiutare dagli americani, e puntare dritto all'oligarchia.

Christine Lagarde ci dà meno di tre mesi di tempo. E noi li usiamo come ci pare.

11 Giugno 2012
Pubblicato in Economia

lagardepauraPraticamene ogni giorno continua la campagna di pressioni e terrorismo sui paesi europei, per spingerci ad accelerare la formazione del superstato centrale europeo. Ora lo fa Christine Lagarde, al vertice del famigerato Fondo Monetario Internazionale. Quello che si occupa di affossare gli stati comportandosi come una sorta di mega-usuraio internazionale: l’archetipo dello strozzinaggio planetario.


Madame la Peur...

Deciso dall’Eurogruppo di dare 100 miliardi alla Spagna!

09 Giugno 2012
Pubblicato in Politica

toro2No, scusate l’errore nell’entusiasmo… Correggiamo subito:

Deciso dall’Eurogruppo di dare 100 miliardi alle banche spagnole.

Ah ecco, ci sembrava strano…

Toh, spunta Soros! E indovinate cosa dice? Che ci serve l'impero europeo...

06 Giugno 2012
Pubblicato in Politica

Toh spunta Soros1George Soros è conosciuto ai più come semplice finanziere. Uno che investe capitali, speculando sui movimenti delle borse. Ed in parte è così. 

Con la scusa di difendere l’Euro parte la grande offensiva per la costruzione del Superstato Centrale Europeo

04 Giugno 2012
Pubblicato in Economia

superstato“Più costruiscono un mondo schiavo del potere oscuro, più dovremo noi costruire con amore un mondo parallelo di libertà luminosa!”

L'Italia, come la Grecia, truccò i conti per entrare nell'Euro

14 Maggio 2012
Pubblicato in Politica

L-Italia come la grecia1Pubblichiamo quest'articolo di Claudio Messora, in arte Byoblu.

Quando si scoprono cose come queste, noi di Coscienze in Rete, non ci meravigliamo. Parliamo da sempre dell'accorciamento delle linee di comando, e di come questo processo avvenga a prescindere dagli schieramenti di facciata, perchè voluto dagli alti livelli delle piramidi del potere. Ora si scopre che tutti, in Europa, sapevano quello che sarebbe successo con l'introduzione dell'Euro. Lo sapevano i nostri politici, lo sapevano i tedeschi, i greci e gli olandesi. Ma tutti hanno spinto ugualmente per la creazione della moneta europea.

Che sorpresona, eh?


Pagina 1 di 2