Fausto Carotenuto

Fausto Carotenuto

URL del sito web:

E lo Spirito disse alla sua Anima...

16 Giugno 2018 Pubblicato in Spiritualità

Eccomi – disse lo Spirito alla sua Anima – sono qui per darti una mano..

Lasciami stare – rispose l’Anima – voglio divertirmi !

S: Certo, divertiti pure. Ma non scordarti che sei qui per imparare ad amare…

A: Lo so, e infatti mi amo molto…

S: Non basta: prima che il piacere si trasformi in rabbia o in disperazione, divertiti a fare il Bene di chi ti viene incontro…

E allora proverai il grande piacere, quello vero, di essere utile e veramente felice !

 

L'anima, nella sua naturale sensorialità, ci spinge alla ricerca del piacere, soprattutto quello dei sensi.

Un piacere tutto "per noi"... egoistico. E che poi col tempo si rivela sempre illusorio, perchè la parte più alta della nostra anima, la Coscienza, quella inseminata dallo Spirito, vuole molto di più dalla vita.

Vuole il piacere di creare il Bene per amore degli altri, per amore non solo nostro ma di tutti. 

E solo quando si decide ad impegnarsi, a sforzarsi per il Bene degli altri, si accorge che proprio questo rende il mondo intorno migliore e dà vera gioia e vero piacere alla parte più elevata di noi stessi.

E solo allora il Principe Spirito è in grado di risvegliare alla vera vita l'Anima addormentata dall'illusione del piacere solamente egoistico.

 

Eccomi – disse lo Spirito alla sua Anima – sono qui per darti una mano..

Dimmi cosa posso fare per il Bene di tutti, e farlo sarà la mia vera gioia! - rispose finalmente l’Anima, e tutto intorno a Lei e dentro di Lei cominciò a diventare più vero, più buono, più bello...  

E lo Spirito disse alla sua Anima... - 5.0 out of 5 based on 3 votes

IL "GOLPE STUPIDO" DI MATTARELLA E LA DANZA MACABRA

28 Maggio 2018 Pubblicato in Politica

CIR Golpe StupidoL'uscita di Mattarella che blocca il governo di chi ha vinto le elezioni, viene motivata ufficialmente con l'intenzione di impedire i danni finanziari prodotti dai "populisti sovranisti", e di favorire gli interessi dei poteri finanziari ed europeisti dei quali lo stesso Presidente appare come un' evidente espressione.
Ma molti osservatori notano questa mattina giustamente che questa mossa ha una sola certa conseguenza: rafforza nell'opinione pubblica le posizioni proprio di quelli che sembrava voler bloccare. E potrebbe spingerli verso un successo elettorale ancora maggiore, scompigliando ed indebolendo ancora di più i partiti tradizionali filo-sistema.
È stupido il Presidente?   
Certamente no: è un uomo del sistema che fa bene gli interessi del sistema. Proprio per questo motivo lo hanno messo a fare il Presidente.
Ma allora che interesse ha il sistema trasnazionale oscuro e anticoscienza nell'ordinare una tale mossa apparentemente controproducente?
Vediamo...

IL "GOLPE STUPIDO" DI MATTARELLA E LA DANZA MACABRA - 4.4 out of 5 based on 62 votes

Buona Pasqua: Morire ai Propri Egoismi per Risorgere nell'Amore

30 Marzo 2018 Pubblicato in Spiritualità

pasqua22018Buona Pasqua !

E' ed era un mondo fatto di passioni di tutti i tipi, di gioie materiali fugaci e di dolori fisici, psichici e sociali... Attraversato da poteri ipocriti fintamente religiosi, associati a poteri imperiali mondialisti, intenti ad allargare ulteriormente il loro potere centralizzante.

E' quello che accade ora intorno a noi, ed era quello che succedeva allora in Palestina...

E in mezzo alle trame ordite da questi poteri c'era un gruppetto di persone che cercava  una vita diversa, una chiave nuova e finalmente efficace per crescere e diventare migliori. E cosí diventare un giorno capaci di cambiare il Mondo.

Li guidava un Essere...

(segue in basso)

Buona Pasqua: Morire ai Propri Egoismi per Risorgere nell'Amore - 4.1 out of 5 based on 8 votes

16 marzo 1978 – Aldo Moro viene rapito per toglierci sovranità e libertà

16 Marzo 2018 Pubblicato in Politica

Moro40anniCosa possiamo fare noi ora per riprendercela.

Ormai sono passati 40 anni da quel rapimento, ed il quadro è chiaro: è molto più facile giudicare le cose del mondo dopo che il tempo ne ha mostrato il senso.

Come era l’Italia fino a quell’anno? In grande fermento, in grande crescita da tutti i punti di vista. Lati positivi e lati negativi, come il clientelismo, la presenza diffusa della malavita nelle regioni meridionali, un certo malaffare. Una classe imprenditoriale di successo, ed una politica effervescente, anche se ammalata di clientelismo e di corruzione. Un insieme di partiti e partitini, logge e loggette e ordini religiosi guidava un paese in modo caotico, ma tale da mantenerlo sostanzialmente libero e sovrano.

16 marzo 1978 – Aldo Moro viene rapito per toglierci sovranità e libertà - 4.2 out of 5 based on 19 votes

Votare? E se sì… cosa votare? Una prospettiva della coscienza.

27 Febbraio 2018 Pubblicato in Politica

Indecisione

Bella domanda…

La prima considerazione da fare è che non abbiamo a disposizione delle opzioni valide da votare: le carte principali sono tutte truccate.

Il sistema partitico infatti- al di là di come si mostra nei media - non è libero, ma abbondantemente manipolato da grandi forze trasnazionali. E non da oggi, ma da secoli e secoli.

Due le grandi piramidi di potere in competizione tra loro fin dal tempo dei romani, e anche prima. Usate dalle forze anticoscienza per dominare gli individui e tentare di frenarne l’evoluzione libera verso la consapevolezza ed il Bene.

Una piramide concentra e sfrutta gli egoismi individuali, ed è la piramide – ora massonico conservatrice- opusdeista-pidusta-atlantista - che nel mondo alimenta e controlla la destra, le massonerie, gli ordini religiosi e i partiti conservatori. L’altra piramide, più difficile da individuare, basa il proprio potere sulla manipolazione dei buoni sentimenti delle persone, ed è quella piramide – ora “gesuito-massonica”- dalla quale derivano tutti i partiti di centro-sinistra, le massonerie che si presentano come “democratiche”, la sinistra vaticana, gli ambienti mondialisti, europeisti, l’alta finanza, il controllo della scienza e della cultura.

Nella Storia questi schieramenti anticoscienza sono emersi in varie forme, anche estreme, come dinamiche di scontro tra movimenti popolari e aristocratici, tra papato e impero, tra rivoluzionari e vecchi regimi, tra nazifascismo e potenze "massoniche", tra capitalismo e comunismo, tra destra e sinistra, ecc…

E’ il grande gioco del divide et impera, nel quale i veri interessi delle forze anticoscienza vengono comunque salvaguardati. Illudendoci che siamo noi a decidere qualcosa di forte e importante. Mentre in effetti decidiamo molto poco a livello di governo.

Votare? E se sì… cosa votare? Una prospettiva della coscienza. - 4.6 out of 5 based on 14 votes

Big Pharma volle corrompere con 32 miliardi il nostro Ministro della Sanità, come al solito. Ma quella volta...

21 Febbraio 2018 Pubblicato in Politica

Tina AnselmiEra il 1979, ed intermediari di big pharma vollero corrompere con 32 miliardi di lire depositati in Svizzera un ministro della sanità italiano. Ma quel ministro non era come altri ministri e ministre: era l’eroica antipiduista Tina Anselmi. Che allora era in procinto di cancellare dal mercato migliaia di farmaci unitili o dannosi. Una commissione di scienziati ancora in maggioranza indipendenti aveva lavorato a lungo per stilare quella lista di farmaci da eliminare dai prontuari. Come mai più fecero commissioni successive, infarcite di corrotti. Lei disse di no ai corruttori e firmò comunque il provvedimento di cancellazione. E cosa accadde?

Big Pharma volle corrompere con 32 miliardi il nostro Ministro della Sanità, come al solito. Ma quella volta... - 4.7 out of 5 based on 56 votes

Per chi voteremo?

06 Febbraio 2018 Pubblicato in Politica

CIR Chi voteremoPer chi voteremo?

Per chi è in politica perché ci vuole bene… perché ama il prossimo e vuole amministrarci non per fini personali, ma per mettersi al servizio del Bene, del Bene di tutti…

Per chi non solo predica ma attua il Bene di tutti, soprattutto dei più deboli… E non solo il bene delle lobbies, dei poteri, degli amici, dei familiari… il proprio… Per qualcuno che lavora per tutti.

Certamente non voteremo per chi predica l’odio, l’orribile odio per gli indifesi ma anche quel veleno sottile che è l’odio per i cattivi, che ti rovina l’anima e ti rende facilmente manipolabile…

Voteremo per chi ha deciso di non dipendere da lobbies e poteri occulti, da quei poteri che controllano nel mondo ed in Italia...     la finanza, i governi, le istituzioni internazionali, le grandi religioni, gli eserciti, le banche, i servizi segreti, le burocrazie, le massonerie, le grandi istituzioni scientifiche e culturali, le multinazionali, le potenti industrie farmaceutiche, chimiche e alimentari che avvelenano i nostri corpi, l’aria, l’acqua e la terra, le grandi compagnie del grande fratello elettronico, da quei poteri che muovono, fondano e si impossessano di tutti i partiti politici, avvelenandoli rapidamente anche quando – forse - nascono con buone intenzioni.

Voteremo per chi negli occhi ha la fermezza nel Bene, ma anche la tenerezza e la compassione…

 

Per chi voteremo? - 4.3 out of 5 based on 21 votes

Come sarà il 2018? Le Previsioni di Coscienze in Rete per l’Italia, il Mondo e per Ognuno di Noi.

31 Dicembre 2017 Pubblicato in Spiritualità

previsioni 2018

Una cosa si può dire con certezza: il 2018 sarà un anno di grandi prove, come è stato il 2017… e il 2016… il 2015… o il 1958… il 1618… il 1307… e così via…

E potremmo anche dire, se fossimo sempre pienamente coscienti: "Meno male! Le prove servono a crescere."

In effetti veniamo sulla Terra solamente per affrontare certe prove non casuali, e proprio sperimentandole con il cuore caldo e la mente sveglia crescono le nostre forze creative. Quelle forze che ci fanno evolvere rendendoci più capaci di fare il Bene. Quelle forze che diventano l’unica parte immortale di noi, il nostro Io spirituale.

Un anno senza prove sarebbe un anno inutile, un anno buttato… un anno che non valeva la pena di passare sulla Terra.

Quanto è stato utile il 2017 ?

Molto per ognuno di noi, se ci pensiamo bene - ma proprio bene - con un pensiero profondo, libero e lucido. Proprio così funziona, e bene, l’evoluzione. E noi possiamo adoperare quasi le stesse parole scritte lo scorso anno, e anche l’anno prima… Tutto procede… tutto procede Bene. 

Ma come facciamo a dire una enormità del genere? Che prove abbiamo?

Nelle nostre conferenze e incontri immancabilmente, prima o poi, facciamo una domanda al pubblico:

“Pensando a come è la nostra coscienza, la nostra consapevolezza ora, e ripensando a quella di dieci anni fa… vorremmo avere oggi il nostro modo di essere di allora, o preferiamo quello di adesso?”

Immancabilmente quasi tutti i presenti rispondono che proprio non scambierebbero il loro modo di essere attuale con quello di dieci anni fa. E allora noi semplicemente concludiamo:

Ma allora questi dieci anni ci hanno fatto crescere in qualche modo tutti… se siamo – chi più chi meno – meglio di prima. E cosa è meglio di prima? Guarda caso non il corpo fisico, ma quella parte interiore di noi che potremmo definire il nostro Io, il nostro Spirito immortale… E cosa è successo in questi dieci anni ad ognuno di noi per farci crescere? Di tutto: tante esperienze di tutti tipi, comprese malattie anche gravi, licenziamenti, tradimenti, crisi economiche, guerre, terrorismo, immigrazione incontrollata, cibi scadenti, vaccinazioni deleterie, farmaci devastanti, cultura deteriore, governi corrotti e finanzieri ladri, lutti tra le persone care… Insomma: di tutto!”

E questo cosa vuole dire? Semplice:

“Che il meccanismo evolutivo messo in piedi da qualcuno (il Mondo Spirituale).. funziona, funziona bene! E nonostante tutti i problemi, anzi anche grazie ad essi, funziona in una direzione precisa, non in una direzione casuale: in direzione della crescita delle coscienze.”

E le prove?:

Dentro di noi, in quello che ognuno può liberamente constatare”.

Proprio così, il sistema evolutivo funziona, a livello individuale e sociale, e lo dimostra anche il fatto che l’umanità nel suo insieme, pur se ancora piena di immaturità, è comunque più matura e meno barbara, meno chiusa come coscienza di 50, 100, 500, 1000 o 2000 anni fa.

Siamo immersi in un sistema evolutivo non casuale che si basa soprattutto, nella fase che stiamo attraversando, sul sistema dello “sbagliando si impara”. A partire da quel Serpente che ci propose di assaggiare-sperimentare la Mela-Malum quando eravamo esseri umani dotati di un Io Adamo e di una Anima Eva ancora del tutto sprovveduti, privi di esperienze.

Ma “sbagliando” a fare cosa?

“Sbagliando a fare il Bene, quello di tutti… sbagliando ad Amare…”

E a cosa serve sbagliare ad Amare?

“A sperimentarne le conseguenze di dolore su di noi e sulla società, e a non voler sbagliare più. Ad imparare a fare il Bene, nostro e di tutti”.

E come si chiama questo modo di fare il Bene?

“Si chiama AMARE. Il meccanismo evolutivo ci sta gradualmente facendo diventare esseri che sanno pensare cosa è il Bene, che amano farlo e che lo fanno: esseri in crescita attraverso l’Amore, come potenzialmente divini creatori di Bene!”

E allora noi, puntualmente, ad ogni anno che arriva, ci troviamo di fronte alla possibilità di fare errori che poi in parte facciamo, creando Male e dolore in noi e intorno a noi, sia a livello individuale che sociale. Ed il risultato di questo è che un po’ alla volta sbagliando impariamo e cambiamo in meglio.

Se ci pensiamo bene è andata così gli scorsi anni. E quindi andrà così anche nel 2018. L’importante è che ce la mettiamo tutta ad usare bene questo meccanismo: cerchiamo di imparare dagli errori del passato per non farne più, per non provocare Male e Dolore, per diventare più capaci di produrre bene il Bene per tutti. Per aiutare noi come individui e la società intorno a noi a crescere in questa precisa e amorosa direzione. E concentriamoci sul fare ciò che è bene per le coscienze di quelli che ci troveremo intorno nelle situazioni che non casualmente ci verranno incontro.

Nelle previsioni di un anno fa ed in quelle precedenti siamo stati abbastanza precisi, nei vari settori, nell'individuare i principali sviluppi. ed anche quest'anno vogliamo proporre le nostre idee sul prossimo futuro. 

(continua a leggere in basso)

Come sarà il 2018? Le Previsioni di Coscienze in Rete per l’Italia, il Mondo e per Ognuno di Noi. - 4.3 out of 5 based on 13 votes

Di Maio e i vaccini: da mesi era chiaro per chi lavora questo signore

16 Ottobre 2017 Pubblicato in Politica

luigi di maioDurante una visita all’Università di Harvard, una delle università dove oramai i candidati premier vanno a prendere la benedizione, lo scorso maggio, Di Maio ha dichiarato che i vaccini “in Italia sono obbligatori per legge, e noi non abbiamo intenzione di eliminarla”…

E lo dice quello che poi verrà “unto” con un plebiscito di finta “democrazia diretta” come capo politico del 5 Stelle e candidato alla Presidenza del Consiglio.

Una domanda sorge spontanea: “Per chi lavora questo signore? Per chi lavorano i vertici manifesti ed occulti del 5 Stelle?” Non certo per la gente e per la nostra libertà.

E' chiaro che chi è contro l'obbligatorietà dei vaccini non potrà mai votare per questo signore al servizio di chi vuole vaccinare obbligatoriamente i nostri bambini.

 

Di Maio e i vaccini: da mesi era chiaro per chi lavora questo signore - 3.9 out of 5 based on 22 votes

Ma con questa impressionante ondata di incendi cosa volevano colpire? Una visione spirituale

03 Settembre 2017 Pubblicato in Spiritualità

italiainfiamme

E’ vero che non ha piovuto per mesi. E’ vero che chi ha fatto cave, discariche e case abusive ha gettato fumo e fiamme sui propri misfatti. E’ vero che i volontari forestali fanno qualche soldo in più. E chi gestisce i Canadair pure… E che a ben guardare sono diversi e molteplici gli interessi in gioco….

Ma se ci pensiamo sono tutti interessi frazionati, dipendenti spesso da dinamiche locali.

Mentre la realtà degli incendi di questa Estate appare come una imponente ondata di fuoco, ovunque alimentata in modo estremamente efficiente da attrezzatissimi “piromani”, che si spostano da una zona all’altra - anche lontane tra loro - per appiccare il fuoco. E con metodi tali da rendere estremamente difficili il raggiungimento dei luoghi e le operazioni di spegnimento.

Approfondendo questi elementi, non si può fare a meno di pensare ad una strategia unitaria e ben organizzata. Una strategia ad ampio raggio che per funzionare ha bisogno di un coordinamento centrale e di un potere decisionale capace di mettere insieme forze così disparate, interessi così diversi di strati lavorativi e sociali così eterogenei. E ovviamente anche capace di fornire le opportune “protezioni”.

(continua a leggere...)

Ma con questa impressionante ondata di incendi cosa volevano colpire? Una visione spirituale - 4.3 out of 5 based on 46 votes
Pagina 1 di 56