Economia

Giorno di lutto per la Libertà: oggi entra in funzione l’ESM, strumento di oppressione dei popoli europei.

08 Ottobre 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

messaneraI ministri delle finanze europei, gelidi sacerdoti dei dio euro, si sono riuniti oggi nel Lussemburgo per partecipare al rito nero collettivo della creazione del golem ESM. Un’ombra oscura si aggira da oggi ufficialmente nei territori del vecchio continente, pronta a colpire.

La grande finanza prosegue il suo delirante disegno di potere.

Cosa ne diceva Rudolf Steiner quasi 100 anni fa?

“L’Umanità… (riuscirà a trarre profitto dalle aggressioni delle forze oscure, ndr)… solamente se riuscirà a reagire nel modo giusto ora a quello che Arimane (Satana) sta già inviando sulla Terra per prendere il controllo degli affari finanziari mondiali senza che ci si accorga di quello che sta facendo. Questo non deve succedere. Arimane non deve prendere il controllo degli affari finanziari ed economici della Terra senza che ce ne accorgiamo…. Dobbiamo riconoscere quello che fa. Dobbiamo essere capaci di opporci a lui in piena consapevolezza.” ( Stoccarda, 25 dicembre 1919)

Il Consiglio di Stato boccia l’IMU sugli immobili del Vaticano. Ma davvero?

08 Ottobre 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

vaticanoimuCi era venuto in mente di commentare questa notizia solamente così:

“Toh, alla fine si salvano sempre…”

Ma forse è meglio dire qualcosina in più. Ma non poi molto, tanto per puntualizzare.

Il governo di quelli buoni bravi e puliti ha fatto il bel gesto di tassare i beni immobili del Vaticano. Bravi, bene… Non è giusto che gli istituti religiosi abbiano un vantaggio così grande sui cittadini comuni!

Che bel governo, finalmente un governo libero dai lacci politici dell’influenza vaticana...

Bene bravi bis!

Chi gestisce l’ESM? Klaus, la persona più adatta a cavalcare il mostro.

07 Ottobre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

klausreglingSi chiama Klaus Regling l'uomo messo alla testa del mostro, il  domatore che terrà a guinzaglio il golem per scatenarlo quando serve al collo dei paesi europei in difficoltà.

E chi è direte voi?

No, non lo hanno preso tra le liste degli esodati...

E' un signore tedesco che ha fatto carriera nel famigerato Fondo Monetario Internazionale, istituzione esperta in strangolamento dei paesi in difficoltà.

E poi ha fatto anche una interessante esperienza come alto dirigente della Moore Capital Management, una importantissima società esperta di creazione e manipolazione degli Hedge Funds. Sì proprio quegli strumenti finanziari che hanno contribuito al disastro della crisi economica.

Proprio l’uomo adatto: lui sa bene come si fa a creare una crisi economica che mette in ginocchio gli Stati, e sa come si strangolano quando sono in difficoltà…

Insomma, sa tutto quello che serve a gestire il mostro ESM.

A proposito… chi lo ha scelto e come? Voi ne sapete niente?  Quale congrega ha ordinato ai ministri europei di sceglierlo?

Certo, si prova comunque un po' di pena per uno che pensa di fare una gran cosa a fare il mestiere di guardiano del golem... destinato a far del male alla gente... Non è un bel destino.

Italia: nel 2011 vendute più bici che auto

05 Ottobre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

biciclettaComplice la crisi economica e il prezzo della benzina alle stelle, gli italiani riscoprono un antico amore: la bicicletta. Nel 2011 si è registrato lo storico sorpasso delle biciclette sulle automobili, cosa che non accadeva dal dopoguerra. Le vetture immatricolate l'anno scorso sono state 1.748.143, mentre le bici vendute 1.750.000. Quasi 2.000 in più, un distacco minimo dal punto di vista numerico, ma dalla grande valenza simbolica.

Ilva, Alcoa, Sulcis e l’energia fossile di Passera

04 Ottobre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

Corrado PasseraIlva, Alcoa e Sulcis rimbalzano cupe nelle manifestazioni di piazza, mostrando a dito l'impotenza dei banchieri, dei professori al governo, dei maghi dello spread quando si tratta di affrontare la crisi dal lato delle persone in carne ed ossa. Dietro questi tre simboli del declino di un modello di sviluppo, c'è innanzitutto il dramma del lavoro e della salute. Un nodo intricato che si scioglierebbe, secondo dichiarazioni stampa di ministri e imprenditori, con la riduzione dei costi dell'energia e con una maggiore offerta di fonti fossili a buon mercato. Prendo in considerazione quest'ultimo aspetto, significativo dell'informazione distorta e dell'insensatezza della politica industriale ed energetica dell'attuale governo.

1,2 miliardi di "lagrime e sangue" buttati per la nuova tana dei draghi

30 Settembre 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

Grossmarkethalle, questo il nome della nuova tana dei draghi, gli uffici della BCE a Francoforte. Che entrerbcepalazzoà in funzione del 2014.

L'enorme grattacielo di vetro precedente non bastava più per il centro di dominio del superstato europeo in ocstruzione. Un edificio ancora più enorme è in costruzione, con costi che erano previsti in 850 milioni di Euro e che sono lievitati di 360 milioni per spese "impreviste". Risulta chiaro che la BCE non è meglio dei nostri governi regionali nella gestione dei conti e dei progetti...

Ma non è questa la considerazione più importante.

Questo progetto è uno schiaffo sul viso di centinaia di milioni di cittadini europei in piena crisi economica, di fronte a diminuzione di introiti, disoccupazione, difficoltà di arrivare alla fine del mese, tagli all'assistenza sanitaria, alle pensioni ecc....

Non chiamiamola crisi: è una trappola

28 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

Non chiamiamola crisi1Roberto Mancini insegna Filosofia teoretica all'Università di Macerata. È editorialista per il mensile di  "Altraeconomia" ed è autore di numerosi articoli e saggi. Tra i suoi ultimi libri “Visione e verità” (Cittadella editrice, 2011), “La logica del dono” (Edizioni Messaggero, 2011) e “Idee eretiche” (Altreconomia, 2010). Il suo ultimo libro è "Le logiche del male" (Rosenberg & 
Sellier, 2012);

In Italia, in Europa, nel mondo, l'economia "globale" mostra i segni di una crisi profonda, peggiore - per alcuni aspetti - anche di quella del 1929. Una crisi, del resto, può anche rappresentare un'opportunità: con quale speranza possiamo guardare al futuro?

Caterina, 23 anni, inventa il frigo senza corrente: ennesimo “cervello in fuga”

25 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

caterina falleniL'emblematica vicenda di una ragazza talentuosa, costretta ad emigrare per sfruttare il proprio potenziale. Ennesimo caso di fuga di cervelli.

ROMA – Il frigorifero che funziona senza corrente. Questa l'invenzione di Caterina Falleni, 23 anni e originaria di Livorno, che ha vinto una borsa di studio presso la Nasa.

La borsa vola, i soldi fioccano. Siamo dentro la vera "tempesta perfetta". E così vendono la Snam e l'Eni.

17 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

Laborsavola1


Articolo interessantissimo di Sergio Di Cori Modigliani sulla svendita delle colonne portanti del sistema economico italiano, che sta avvenendo a nostra insaputa, col solito silenzio dei media nostrani.

Mentre la cupola mediatica, ben orchestrata, gestiva la grancassa dello scilinguagnolo teledipendente in questo finale estivo -facendoci credere che il destino dei popoli europei e delle nazioni mediterranee dipendesse da ciò che fa il mattino Gianroberto Casaleggio- Mario Monti & co. mettevano a segno l'operazione di schiavismo annunciato, gestendo a meraviglia "la tempesta perfetta", peraltro da loro annunciata con enfasi su tutta la stampa cartacea. Bravi, non c'è che dire. Gli sta andando di lusso.

Talmente "perfetta" nella sua esecuzione (questo era il vero e autentico Senso del suo essere "perfetta") da passare completamente sotto silenzio, non commentata, non dibattuta, non analizzata. Per i detentori del potere, la "perfezione" consiste nell'omertà e nel silenzio acquiescente. Loro devono essere liberi di poter operare a loro piacimento nell'ombra. Per loro i parlamenti, la Politica, le persone, sono un impaccio.

A fine luglio, avendo preparato molto bene i vassalli dell'informazione, avevano annunciato che il mese di agosto sarebbe stato un mese terribile, che la speculazione si sarebbe scatenata e che bisognava prepararsi all'impatto. Tutti con l'elmetto in testa. C'era addirittura chi voleva esportare i capitali in attesa di clamorosi tonfi in borsa e uno spread a 650.

Avevano ragione quelli che annunciavano"la tempesta perfetta".

E' ciò che è puntualmente accaduto.

C'è stata.

Anzi, ci stiamo proprio dentro.

All'italiana, si intende, ovvero "a nostra insaputa".

 

La fine e l'inizio

14 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

La fine e inizio1Siamo a cavallo di un'epoca storica e stiamo assistendo a cambiamenti politici, sociali, culturali ed economici nuovi e straordinari. Una religione – neoliberismo – sta morendo, implode (PIL, petrolio, espansione monetaria) da sola mentre un'altra potrebbe nascere.

Convegno Nazionale di Coscienzeinrete dedicato alle grandi opportunità della crisi economica

12 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia
palazzodelpopolofinale2Il convegno è dedicato ai problemi ed alle grandi opportunità suscitati dalla crisi economica.
Si terrà ad Orvieto ed avrà per titolo:
 
Fuori dalla Crisi!
Le Coscienze si mettono in Rete per una Nuova Economia - Testimonianze e Proposte.
 

Abbiamo scelto come tema quello economico, vista la crisi in atto e le conseguenze morali, materiali, sociali e politiche di questa emergenza voluta dai poteri anti-coscienza.   E vista la necessità di indicare strade nuove, ottimistiche, fondate su un pensare ed un fare dettato da logiche finalmente diverse. Forme Pensiero, idee, soluzioni e formule estranee alle logiche del potere ed ispirate all’ideale di fondo che l’economia non è il campo della fredda e odiosa lotta per la sopravvivenza, non è necessariamente una guerra continua tra egoismi, individuali e di gruppo. Ma è il campo ideale e privilegiato dell’estrinsecazione dell’amore sociale e della solidarietà. Come uniche possibili basi per una economia veramente al servizio dell’umanità. Del suo benessere e della sua crescita.


se non puoi partecipare puoi seguire via web la diretta: http://www.coscienzeinrete.net/direttaconvegno


Gli strani giochi di “Redemptor” Draghi e “Frau Agit Prop” Merkel

07 Settembre 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

Angela Merkel e Mario DraghiDraghi appare sempre di più come il Salvatore delle sorti dei popoli europei.

Ha fatto approvare ad una schiacciante maggioranza della Banca Centrale Europea la nuova “apertura” che consente alla BCE di comprare bonds dei paesi in difficoltà in modo illimitato…

E allora borse su e spread giù… Tutti felici…

Ma naturalmente i grandi media non notano a sufficienza che i Paesi che dovessero chiedere questi tipi di interventi –qualora aggrediti dalla speculazione internazionale – dovrebbero sottoscrivere un memorandum nel quale perderebbero sostanzialmente ogni sovranità sul proprio bilancio.

Diventerebbero quindi doppiamente schiavi dello strozzino centrale europeo: gli dovrebbero non solo soldi, ma anche obbedienza. Le due cose messe insieme significano vassallaggio politico all’impero centrale.

La ripresa è dentro di noi. E però è sbagliata!

06 Settembre 2012 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Economia

CIR MontiTanto per citare "Quèlo", il famoso tormentone di Corrado Guzzanti.
Monti, in un'intervista a TG Norba 24, ci illumina con una serie di dichiarazioni devianti.

Il premier sostiene che "la ripresa è dentro di noi". Bene. Questo è verissimo. La ripresa è dentro la crescita delle coscienze di ognuno di noi: più si fa massa critica, meno spazio c'è per la manipolazione. Compresa quella economica.

Ma non illudiamoci. Monti non intendeva questo. Quello detto tra le righe di quest'intervisa dice ben altro. Per "noi" il caro premier intende il suo gruppo, non gli italiani. Monti ricorda a tutti quelli che hanno orecchie per intendere, che qui comandano lui e i suoi amichetti.

Mosca rinuncia all'alta velocità

05 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

tgv-russoL'alta velocità non ha scopi economici, ma politici. Lo abbiamo scritto ripetutamente. Se ne sono accorti anche i russi. Se ne stanno accorgendo anche i francesi, che non sono più così sicuri di volerla fare. Da noi invece si prosegue imperterriti, nonostante i soldi previsti per la spesa potrebbero fare molto per ridurre i nostri problemi economici e sociali, se impiegati in progetti di vera utilità.

Messaggio dei Dongria a Vedanta: ‘Non lasceremo mai la nostra terra!’

04 Settembre 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

Dongria e Vedanta

La Vedanta, grande società mineraria quotata alla borsa di Londra, vuole distruggere la montagna sacra della tribù indiana dei Dongria, per estrarre bauxite. Così venivano trattati gli indigeni nordamericani, così vengono trattati gli indigeni dell' Amazzonia. Oggi ci indignamo per lo scempio fatto dai colonizzatori nei secoli passati, ma difficilmente ci ricordiamo che queste cose non sono relegate al passato remoto. Sono  il presente in innumerevoli parti del mondo (Ndr).

 

Chi controlla oggi la finanza, secondo Rudolf Steiner

02 Settembre 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

anticristoArimane (l’Anticristo) comparirà sulla Terra tra non molto… con vari compiti… Per cercare di bloccare e deviare la crescita spirituale umana. Questo è quanto affermava il grande veggente e scienziato dello spirito Rudolf Steiner, parlando dei nostri tempi.

Da vari segni sembra proprio che ci siamo… Steiner dice che non c'è nulla da temere, ma bisogna prendere molto sul serio questo evento come grande sfida da cogliere per la coscienza. L'importante è il massimo di consapevolezza, e rendersi conto con grande attenzione di quello che accade. In questo modo le sfide potrebbero rivelarsi utili come strumenti di crescita.

Una grande attenzione già c'è... indubbiamente, in tanta gente.  La presa di controllo di certi settori da parte dei poteri oscuri non sta passando inosservata... affatto. Bene! Occorre renderla sempre più profonda e consapevole.

Riportiamo un passo di Steiner, che come al solito è assolutamente stupefacente per la sua precisione profetica:

300 anni di combustibili fossili in 300 secondi

29 Agosto 2012 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Economia

300 PETROLIOUn breve ma intenso video in cui viene riepilogata la storia del petrolio e derivati, e dell'impatto sulla società e la terra. Il Post Carbon Institute promuove la conoscenza dei fattori di sviluppo ed ha pubblicato numerosi studi sull'economia sostenibile, che supportano la necessità di un modello economico imperniato sulle realtà locali, sullo spostamento di risorse dal sistema finanziario a sistemi di produzione locale imperniati sulla sostenibilità. Come quasi sempre accade, non viene preso in considerazione il ruolo dell'amore nella crescita di coscienza individuale necessaria ad effettuare un reale cambio di prospettive. I dati e le soluzioni che offrono nelle loro pubblicazioni rimangono comunque interessantissimi, e questo breve video veicola in maniera semplice, concetti che devono ancora entrare nella coscienza di molti. Anzi, di moltissimi. Quella coscienza necessaria ad impedire che passino cose come il piano economico del caro ministro Passera, la cui idea di sviluppo è quella di regalare la nostra terra meravigliosa ai trivellatori inquinatori.


Per un analisi più approfondita del geniale piano ottocentesco del nostro ministro, leggi:

http://coscienzeinrete.net/economia/item/789-indietro-di-cinquant-anni

Benzina comunale per la cittadinanza a Pollica.

22 Agosto 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

pollica"Questo è un esempio da seguire di un'attività "no profit utility" dove un servizio alla comunità viene fatto pagare meno e gli utili derivanti vengono reinvestiti nella comunità....con questa logica quante cose potremmo fare.....e le faremo! "

Questo l'illuminante commento di Pierluigi Paoletti alla bella iniziativa del comune di Pollica, che ha aperto una pompa di benzina comunale, abbassando i prezzi del carburante in modo selettivo ed intelligente.

Economia locale, orizzontale e libera, che non aspetta Roma o Bruxelles...

leggi tutto

http://www.linkiesta.it/pollica-benzina-comunale-vassallo