Economia

Vogliono distruggere il mare

16 Agosto 2012 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Economia

CIR Vogliono distruggere il mare2Come mai il piano di sviluppo economico di Passera, è indietro di cinquant'anni rispetto alla realtà?

Alimentazione: Italia spreca 12,3 mld euro di cibo l’anno

13 Agosto 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

Italia spreca2Piu' di meta' puo' essere recuperato e dato a chi ha fame.

Ogni anno in Italia vengono buttati via 12,3 miliardi di euro di cibo, di cui la meta' direttamente dai consumatori (6,9 miliardi). Si tratta di 42 kg a persona di avanzi non riutilizzati e alimenti scaduti o andati male, per uno spreco procapite di 117 euro l'anno.

 

Saldi autunnali: annunciata da Monti la svendita dei beni di Stato. In favore di chi?

08 Agosto 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

CIR SALDI1Con toni trionfalistici oggi i giornali parlano del fatto che il governo in autunno “aggredirà” il debito pubblico, che ora è intorno a 2000 miliardi.

Ecco allora qualche domandina stupida stupida:

Come farà il governo a ridurre il debito?

Vendendo immobili e partecipazioni in imprese.

Cosa significa?

Quando il mercato immobiliare. delle case, è basso – come ora - lo sanno tutti che non è un buon momento per vendere immobili. Perché ci guadagna chi compra e ci perde chi svende. E quando il mercato mobiliare, delle azioni, è basso – come ora dopo qualche anno di ribassi nei mercati – è chiaro che non è un buon momento per vendere le proprie partecipazioni in società- Perché ci guadagna chi compra e ci perde chi svende.

Ora è chiaro che chi svenderà saremo noi, lo Stato, guidato dai liquidatori professori. Ma chi comprerà facendo enormi guadagni ed assicurandosi preziose partecipazioni?

Chi ha i soldi.

Acqua pubblica: stanno per farci un brutto scherzo? Privatizzeranno invece di pubblicizzare…

08 Agosto 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

CIR NOacquaprivata1 LOGOSindaci e amministratori di tutta Italia hanno nello scorso anno fatto di tutto per impedire che le aziende dell’acqua venissero restituite alla gestione pubblica. Come ha determinato un bellissimo referendum vinto dai movimenti per i beni comuni. Tanti di questi sindaci, anche in città importanti, sono stati eletti con i voti dei movimenti referendari. E poi hanno tradito, o hanno traccheggiato… Perchè i voti vengono dalla gente... ma le carriere e i soldi si fanno obbedendo ad altri poteri.

Perché hanno rallentato, traccheggiato, impapocchiato?... Per comprare tempo, perché un qualche potere superiore li aiutasse a imbrogliare le carte e sovvertire il risultato del referendum. Come? Usando la clava della emergenza economica.

La Bolivia bandisce la Coca Cola

04 Agosto 2012 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Economia

CIR Bolivia bans CokeCon un comunicato sorprendente, il ministro degli esteri boliviano, David Choquehuanca, con l'appoggio del primo ministro Evo Morales, ha dichiarato che la Bolivia bandirà la bevanda a partire dal 21 dicembre 2012.

La scelta della data non è casuale. I boliviani, infatti, hanno deciso di utilizzare l'ultima data del calendario Maya, non come giorno della fine del mondo, ma come momento simbolico della fine del capitalismo, e dell'inizio della "cultura della vita".

Le motivazioni della decisione sono di natura culturale (il rigetto del capitalismo), e medica, in quanto le autorità boliviane sostengono che la Coca Cola contenga sostanze tossiche associate a infarti, ictus e cancro.

Il ministro ha incoraggiato i propri cittadini a bere la Mocochinche, una bibita al gusto di pesca prodotta localmente.

Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha applaudito la mossa boliviana, ed ha iniziato una campagna per convincere i propri cittadini a bere i succhi di frutta prodotti in Venezuela.

Il lavoro è amore fatto visibile

31 Luglio 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

contadini"il lavoro è amore fatto visibile"

Khalil Jibran


Togliere e ostacolare il lavoro è anche impedirci di amare...

Dal programma di Coscienzeinrete:

Le attività economiche sono al servizio della crescita delle coscienze e del bene comune. Non sono un valore in sé, in nome del quale gli individui debbano adattare e comprimere la libera espressione del proprio spirito. Le attività economiche vanno intese come scambio di beni e di servizi tra persone, allo scopo di assicurare le condizioni di base per una libera evoluzione delle coscienze.

Il lavoro umano immesso nel sistema economico è la manifestazione dell'amore degli individui nei confronti della società. Attraverso il lavoro ogni individuo deve poter mettere a disposizione degli altri i propri talenti e le proprie qualità creative. Il lavoro non può essere considerato nei termini di una merce, e va retribuito tenendo comunque conto delle incomprimibili esigenze della persona, che vanno salvaguardate dallo Stato. Il lavoro non è un fattore economicamente negoziabile.

Debito pubblico e debito karmico

27 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

Debito pubblico o debito karmico1Stefano Rofena sull'utilità delle attività lavorative. In economia si dovrebbe cominciare a tenere conto del fatto che un lavoro dovrebbe avere come scopo principale, lo sviluppo della coscienza...

Armi italiane a Israele. Ma non eravamo esportatori di cultura?

26 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

m346Una volta esportavamo arte, cultura, diritto... Ora siamo infeudati nel superstato militare. Ed è un vanto per qualcuno contribuire in modo moderno e sofisticato alla morte e alle sofferenze della gente.
L’Alenia Aermacchi del gruppo statale Finmeccanica ha appena firmato con il ministero della Difesa israeliano un contratto da 850 milioni di euro per la fornitura di trenta velivoli da addestramento. “Una eccezionale vittoria del sistema paese Italia”, per l’amministratore delegato Giuseppe Giordo. “Siamo fieri di essere protagonisti e partecipi di questo notevole successo”.  Fieri? Fieri di fare soldi sulla morte, caro Giuseppe...

Le borse e Draghi: l’altalena del terrore rafforza la forma pensiero del "messia europeo"

26 Luglio 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

orfeobestieDue giorni di tempesta delle borse terrorizzante per tutto il mondo, poi un discorso di Draghi, presidente della BCE, ha la forza di invertire tutto, abbassare gli spread, rispedire in cielo gli indici delle borse. Ricorda – non casualmente – i miti di Orfeo o di quei santi medievali che venivano osannati perché capaci di placare le bestie feroci. Se non fosse che le bestie feroci dei mercati e la BCE lavorano per gli stessi poteri di manipolazione, e quello che fanno è tutto un teatro messo su per noi per spingerci nella direzione del Superstato europeo.



Orfeo placa le bestie feroci

Le borse e Draghi: l’altalena del terrore rafforza la forma pensiero del "messia europeo" - 5.0 out of 5 based on 1 vote

Signoraggio: la piramide oscura perdente svela le trame di quella vincente

25 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

magdiallambattesimoIl giornalista Magdi Allam, da tempo convertito non solo al cristianesimo di destra intollerante, ma anche alla destra berlusconiana, ora pubblica su Il Giornale un chiarissimo articolo contro il signoraggio bancario.

Quando una piramide oscura sta perdendo terreno, tende a svelare le trame della piramide oscura che la sta sconfiggendo... Ma in genere quando fa così è troppo tardi: ha già perso...

Magdi battezzato nientepopodimenochè dal Papa sotto l'occhio vigile del potente ciellino berlusconiano Lupi.


L'agenda dell'austerity

23 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

paul krugmanAbbiamo tradotto un articolo interessantissimo del premio Nobel Paul Krugman, uscito in questi giorni sul New York Time. Come diciamo anche noi da tempo, afferma che l'austerity non ha senso dal punto di vista economico, anzi! L'austerity è solo la scusa per fare macelleria sociale su scala globale.


I bombardieri Moody’s colpiscono la Germania

23 Luglio 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

bombardiereAlcuni ambienti politici ed economici tedeschi rappresentano ancora un freno alla creazione di Eurolandia. Non vogliono cedere prerogative e sovranità. Non vogliono cedere ulteriori capitali agli stati falsamente indebitati. Non vogliono un eccessivo rafforzamento della BCE, come maxi-prestatore usuraio di denaro.

E allora i “mercati” – ben diretti da pochi enormi raggruppamenti finanziari nelle mani dei poteri di manipolazione - creano una ondata di panico con una giornata nerissima nelle borse e con gli spread che salgono alle stelle.

E’ come quando in guerra, prima di un attacco, le artiglierie preparano il terreno con una distruzione preventiva.E puntuali a fine giornata partono i bombardieri di Moody’s a colpire la Germania, con un comunicato che per la prima volta dice a tutto il mondo che investire sulla Germania non è poi più così sicuro. Perché verrà coinvolta nella crisi generale.

Come mandare in bancarotta la Spagna: con l'uomo che ride!

19 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

ministrospagnoloselarideIn Italia per avviare la svendita dei gioielli di famiglia, dei nostri beni di stato e precipitarsi nelle mani dei superstrozzini europei centrali hanno scelto Vittorio Grilli e gli hanno dato l'incarico di Ministro dell'Economia. Lui è un esperto di svendita di beni di stato a gruppi privati. Lo ha fatto per anni durante la stagione delle grandi svendite, che ha accompagnato il fatale ingresso nell'Euro.

I poteri di manipolazione spagnoli non sono stati da meno, e prima che da noi. In Spagna il problema era come spingere violentemente verso la bancarotta il paese, per addomesticare al superstato europeo la fiera Spagna. E allora cosa hanno pensato? Diamo il Ministero dell'Economia ad uno esperto di come mandare in bancarotta l'istituzione per la quale lavori.

TAV: si fa o non si fa?

14 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

TAV si fa o no2Dalla Francia emerge che potrebbero mancare i fondi per un'opera così costosa. A meno che qualcuno non dia i soldi.

Il commissario europeo dice che fondi in più lui non ne ha.

Lo sapevamo: Grilli è venuto a svendere i nostri gioielli di famiglia. E lo dice pure...

14 Luglio 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

usurai2Ieri la prima intervista del nuovo Ministro dell'Economia. Grilli proclama baldanzoso che ora una bellissima cosa da fare per diminuire il nostro debito sarà vendere massicciamente beni di stato per alcuni anni.

I giornali di regime applaudono come se fosse stata la trovata di un vero genio! Ed invece è solo un fedele e grigio esecutore di strategie di cui molto probabilmente nemmeno conosce la vera portata.

Nel presentarlo qualche giorno fa avevamo già detto che Grilli è stato selezionato, cresciuto e preparato proprio per questo tipo di compiti. Il suo curriculum anglo-usa-bocconiano ed eurocentrico è perfetto. Nel passato proprio di questo si è occupato da vero esperto, in modo brillante e risolutivo: vendere i nostri beni di Stato sul mercato internazionale privato. Ed ora è stato nominato Ministro dell'Economia per completare l'opera. Cavallo di razza di una razza padrona...

(leggi le nostre facili profezie di giovedì scorso su questa nomina: http://coscienzeinrete.net/economia/item/704-vittorio-grilli-nuovo-ministro-delleconomia-perche )

Vittorio Grilli, nuovo ministro dell’economia. Perché?

11 Luglio 2012 Scritto da Redazione
Pubblicato in Economia

grillivittorioSelezionato e cresciuto per un compito. Un cursus honorum che parla da solo, senza particolari commenti.

Liceo privato cattolico, bocconiano, borsa di studio bancaditalia per andare nella Yale di Skull and Bones, professore di economia negli USA e a Londra, Manager del Credit Suisse, Direttore Generale del Tesoro. Ragioniere Generale dello Stato. Viceministro dell’economia con Monti. Nelle grazie di Draghi… Nell’Aspen e membro del board della potente lobby eurocentrica del Club di Bruegel... Basterebbe questa piccola lista a illustrarci questa personalità così cristallina nelle sue appartenenze.

Un cavallo di razza della razza padrona...

Tagli veri per tutti noi, ma tagli finti alle enormi spese militari

10 Luglio 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

cacciabombardiere-f35In previsione una invasione marziana?

Le misure di spending review relative al bilancio della Difesa sono apparentemente consistenti, ma in effetti del tutto aleatorie.

Con una serie di artifizi il personale militare non verrà ridotto del 10%, come per il resto della pubblica amministrazione, ma solo del 5%. Non verrà affatto ridotta l'enorme spesa per l'acquisto di nuovi armamenti, compresi i famosi ed inutili caccia F35. Spenderemo nei prossimi anni centinaia di miliardi di euro in armamenti sofisticatissimi per difenderci da chi? Viene il sospetto che, una volta che avremo tante belle armi efficacissime e costosissime, poi dovremo anche avere un bel nemico per usarle. E allora bisognerà inventarsi anche il nemico... E che sia forte, pericoloso, armato fino ai denti.... o almeno che "sembri" armato fino ai denti...

L'Iran, associato a qualcuna delle nuove finte "democrazie islamiche", appare un candidato ideale a breve-media scadenza... La Cina più avanti?

E vedremo progressivamente polarizzarsi due mondi paralleli

09 Luglio 2012 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Economia

eclissiPrima delle riunioni importanti europee, come quelle di ieri e oggi, i mercati vanno sempre male. Non casualmente. E questo ha la duplice funzione di esercitare una pressione sui paesi recalcitranti e di indirizzare l’opinione pubblica all’attesa messianica di una salvezza che venga da decisioni prese da quei vertici.

Che poi finiscono sempre per prendere decisioni nella direzione della formazione del superstato europeo.