Fausto Carotenuto

Fausto Carotenuto

URL del sito web:

1 MAGGIO festa del lavoro. ma per quale lavoro dovremmo festeggiare? una visione spirituale

01 Maggio 2019 Pubblicato in Economia

lavoro    

Ma per quale lavoro dovremmo festeggiare?

Se siamo costretti dalla vita a condizioni di lavoro alienanti, se facciamo un lavoro che ci stressa, oppure ci deprime o ci fa arrabbiare, che non ci piace, che ci fa male, che è pagato male, in condizioni che provocano patologie fisiche o psichiche, che non produce cose buone e soddisfacenti per la nostra coscienza…

Se allora questo è il “lavoro” cosa dovremmo festeggiare?

Un numero enorme di persone al mondo lavora in condizioni di lavoro del genere.

 

1 MAGGIO festa del lavoro. ma per quale lavoro dovremmo festeggiare? una visione spirituale - 4.5 out of 5 based on 2 votes

Il falso teatrino della TAV

30 Gennaio 2019 Pubblicato in Politica

CIR TAV Teatrino 1 19Naturalmente noi speriamo che la spunti nel governo chi giustamente vuole che la TAV non si faccia.

Ma non possiamo fare a meno di sottolineare che quello che viene presentato dalla stampa e dalle dichiarazioni dei politici è il solito falso teatrino di due posizioni contrapposte che non colgono l'essenza del problema.

Sembra che la questione sia solo economica: “Conviene o non conviene economicamente portare a termine il progetto?”

E su questo si litiga, si discute… a suon di relazioni, conti, tecnici al lavoro...

Ma questo è un problema secondario. Non è il vero problema.

continua a leggere in basso:

Il falso teatrino della TAV - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Battisti in galera: cosa pensarne?

15 Gennaio 2019 Pubblicato in Politica

CIR Battisti GaleraIn base alle sentenze di diversi tribunali, quest’uomo ha commesso dei crimini efferati, per i quali non ha mai pagato. Per giunta non si è mai pentito, non ha mai chiesto perdono, ed è anche antipatico, spesso con uno strano ghigno sul viso… Ed ora è stato finalmente catturato e ha cominciato in isolamento a pagare il suo “debito” con la società…

La politica tutta esulta: Giustizia è fatta !

Eppure c’è qualcosa di amaro nel vedere quest’uomo ormai anziano finire in galera per il resto dei suoi giorni.

(continua a leggere in basso)

Battisti in galera: cosa pensarne? - 4.2 out of 5 based on 17 votes

Come sarà il 2019? Le Previsioni di Coscienze in Rete per l’Italia, il Mondo e per Ognuno di Noi.

29 Dicembre 2018 Pubblicato in Spiritualità

previsioni2019

Una cosa si può dire con certezza: il 2019 sarà un anno di grandi prove, come è stato il 2018… ma anche il 2017, il 2016… il 2015… o il 1940… o il 1618… il 1307… e così via….. tutti. Certo alcuni anni sono più duri di altri... ma tutti comunque servono proprio a questo: a metterci alla prova.

E potremmo anche dire, se fossimo sempre pienamente coscienti: "Meno male! Perchè le prove servono a crescere."

In effetti veniamo sulla Terra solamente per affrontare certe prove non casuali, e proprio sperimentandole con il cuore caldo e la mente sveglia crescono le nostre forze creative. Quelle forze che ci fanno evolvere rendendoci più capaci di fare il Bene.

Quelle forze che diventano l’unica parte immortale di noi, il nostro Io spirituale.

Un anno senza prove sarebbe un anno inutile, un anno buttato… un anno che non valeva la pena di passare sulla Terra.

Quanto è stato utile il 2018 ?

Molto per ognuno di noi, se ci pensiamo bene - ma proprio bene - con un pensiero profondo, libero e lucido.

Proprio così funziona, e bene, l’evoluzione. E noi possiamo adoperare in questo articolo quasi le stesse parole scritte lo scorso anno, e anche l’anno prima…

Tutto procede… tutto procede Bene.  Anche quando non sembra proprio...

Ma come facciamo a dire una enormità del genere? Che prove abbiamo?

Nelle nostre conferenze e incontri immancabilmente, prima o poi, facciamo una domanda al pubblico:

“Pensando a come è la nostra coscienza, la nostra consapevolezza ora, e ripensando a quella di dieci anni fa… vorremmo avere oggi il nostro modo di essere di allora, o preferiamo quello di adesso?”

Ed immancabilmente quasi tutti i presenti rispondono che proprio non scambierebbero il loro modo di essere attuale con quello di dieci anni fa. E allora noi semplicemente concludiamo:

Ma allora questi dieci anni ci hanno fatto crescere in qualche modo tutti… se siamo – chi più chi meno – meglio di prima. E cosa è meglio di prima? Guarda caso non il corpo fisico, ma quella parte interiore di noi che potremmo definire il nostro Io, il nostro Spirito immortale… E cosa è successo in questi dieci anni ad ognuno di noi per farci crescere? Di tutto: tante esperienze di tutti tipi, comprese malattie anche gravi, licenziamenti, tradimenti, crisi economiche, guerre, terrorismo, immigrazione incontrollata, cibi scadenti, vaccinazioni deleterie, farmaci devastanti, cultura deteriore, governi corrotti e finanzieri ladri, lutti tra le persone care… Insomma: di tutto!”

E questo cosa vuole dire? Semplice:

“Che il meccanismo evolutivo messo in piedi da Qualcuno (il Mondo Spirituale).. funziona, e funziona bene! E nonostante tutti i problemi, anzi anche grazie ad essi, funziona in una direzione precisa, non in una direzione casuale: in direzione della crescita delle coscienze.”

E le prove?:

Dentro di noi, in quello che ognuno può liberamente constatare”.

Proprio così: il sistema evolutivo funziona, a livello individuale e sociale, e lo dimostra anche il fatto che l’umanità nel suo insieme, pur se ancora piena di immaturità, è comunque più matura e meno barbara, meno chiusa come coscienza di 50, 100, 500, 1000 o 2000 anni fa.

Siamo immersi in un sistema evolutivo non casuale che si basa soprattutto, nella fase che stiamo attraversando, sul sistema dello “sbagliando si impara”. A partire da quel Serpente che ci propose di assaggiare-sperimentare la Mela-Malum quando eravamo esseri umani dotati di un Io Adamo e di una Anima Eva ancora del tutto sprovveduti, privi di esperienze.

Ma “sbagliando” a fare cosa?

“Sbagliando a fare il Bene, quello di tutti… sbagliando ad Amare…”

E a cosa serve sbagliare ad Amare?

“A sperimentarne le conseguenze di dolore su di noi e sulla società, e a non voler sbagliare più. Ad imparare a fare il Bene, nostro e di tutti”.

E come si chiama questo modo di fare il Bene?

“Si chiama AMARE. Il meccanismo evolutivo ci sta gradualmente facendo diventare esseri che sanno pensare cosa è il Bene, che amano farlo e che lo fanno: esseri in crescita attraverso l’Amore, come potenzialmente divini creatori di Bene!”

E allora noi puntualmente, ad ogni anno che arriva, ci troviamo di fronte alla possibilità di fare errori che poi in parte facciamo, creando Male e dolore in noi e intorno a noi, sia a livello individuale che sociale. Ed il risultato di questo è che un po’ alla volta sbagliando impariamo e cambiamo in meglio.

Se ci pensiamo bene è andata così gli scorsi anni. E quindi andrà così anche nel 2019. L’importante è che ce la mettiamo tutta ad usare bene questo meccanismo:

 

cerchiamo di imparare dagli errori del passato per non farne più,

per non provocare Male e Dolore,

per diventare più capaci di produrre bene il Bene per tutti.

 

Per aiutare noi come individui e la società intorno a noi a crescere in questa precisa e amorosa direzione. E concentriamoci sul fare ciò che è bene per le coscienze di quelli che ci troveremo intorno nelle situazioni che non casualmente ci verranno incontro in questo 2019. Per le loro coscienze ovviamente, non per le loro pretese o i loro vizi...

 

Nelle previsioni di un anno fa ed in quelle precedenti siamo stati abbastanza precisi, nei vari settori, nell'individuare i principali sviluppi. Ed anche quest'anno vogliamo proporre le nostre idee sul prossimo futuro. 

 

(continua a leggere in basso)

 

 

Come sarà il 2019? Le Previsioni di Coscienze in Rete per l’Italia, il Mondo e per Ognuno di Noi. - 4.5 out of 5 based on 25 votes

Trentamila in Piazza in nome del Proprio Egoismo

13 Novembre 2018 Pubblicato in Politica

trentamila

Ben trentamila persone hanno manifestato a Torino per dire sì alla tav, in nome del benessere economico di Torino.

Una prima domanda: questi stessi 30.000 signori e signore della Torino “per bene”, sarebbero scesi in piazza lo stesso se fossero stati abitanti della Val di Susa? Se a rischio ci fosse stato il loro territorio e la loro salute?

E’ poi vero che quest’opera porta tutti questi vantaggi? O la sua costruzione è solo un volano di ulteriore arricchimento per un circuito politico-affaristico senza troppi scrupoli? E i trentamila sono stati portati in piazza dalle solite “sirene” del finto progresso che giocano sugli egoismi e sulla dabbenaggine umana.

Sulla utilità o meno della TAV rimandiamo a questo articolo pubblicato ieri:

http://coscienzeinrete.net/politica/item/3334-verita-e-bufale-sul-tav-torino-lione?fbclid=IwAR0QjspPiCAKSPjzEray74CMNTEn5dNZJwpD2-2sNepgjNvZRBYK_1f_9ME

Certo ognuno è libero di fare quello che vuole, ovviamente. Anche i trentamila…

Ma certamente ogni cosa che facciamo comporta una responsabilità morale.

E allora come considerare da punto di vista etico questa manifestazione?

 

Trentamila in Piazza in nome del Proprio Egoismo - 5.0 out of 5 based on 5 votes

La nostra strada

31 Ottobre 2018 Pubblicato in Spiritualità



CIR La Nostra StradaAllo Spirito Adamo si unisce l’Anima Eva,

mandati sulla Terra per diventare Dei imparando ad amare…

per imparare sbagliando, attraverso il dolore che proviene dall’errore…

errore nell’amare, nel fare il Bene.

E l’Anima Eva sbaglia per imparare tentata dalla Mela-Malum

offerta dal Serpente portatore dell’esperienza dell’errore..

La offre all’inconsapevole, immaturo Spirito-Adamo,

e i due la mangiano, aprendo le porte dell’interiorità

a miriadi di esseri portatori dell’Errore e del Dolore.

La nostra strada - 4.8 out of 5 based on 12 votes

11 SETTEMBRE: 17 ANNI DI ATTACCHI ALLE COSCIENZE

11 Settembre 2018 Pubblicato in Politica

11settembre

L’11 settembre 2001 è partita una nuova fase delle strategie della tensione tendenti ad ostacolare il risveglio delle coscienze umane.

Le forze mondiali anti-coscienza hanno portato a termine un enorme rito nero alle torri gemelle di New York. Una strage di innocenti immolati agli spiriti della paura, della rabbia e dell’odio che aleggiano nelle anime di tutti gli esseri umani. Perché evocarli, risvegliarli in modo così impattante per l’intera umanità fosse la base di partenza per una lunga campagna di strategie della tensione, capaci di ostacolare gli impulsi di amore degli esseri umani deviandoli verso i sentimenti più bassi.

Le grandi ondate di paura, terrore, odio, violenza e rabbia della prima metà del novecento, sopite dalla ripresa ideale e consumistica del secondo dopoguerra, sono state risvegliate quel giorno.

E subito dopo la macchina da guerra occidentale si è messa in moto per creare ferite tuttora sanguinanti in Medio Oriente, in Africa, attraverso il terrorismo e l’attuazione di un velenoso piano di emigrazione di massa incontrollata.

Una accurata gestione delle crisi economiche, dell’uso della chimica, di medicinali e cibi “deformati”, di onde elettromagnetiche sparse ovunque, avrebbe contribuito ulteriormente a indebolire ed ostacolare le coscienze in risveglio. E la politica sarebbe stata invasa sempre di più dalla corruzione, dai partiti dell’odio e da quelli della rabbia…

Chi ha organizzato la strage dell’11 settembre ?

 

11 SETTEMBRE: 17 ANNI DI ATTACCHI ALLE COSCIENZE - 3.8 out of 5 based on 13 votes

programma degli incontri 2018-2019 di Coscienze in Rete Piemonte

09 Settembre 2018 Pubblicato in Piemonte

Programma Incontri Coscienzeinrete Piemonte

Presso Spazio Uno - Uno Editori Via Odoardo Tabacchi 33, Torino

 

1° incontro Mercoledì 3 Ottobre 2018 ore 20.45

A seguire con cadenza quindicinale da Ottobre 2018 a Giugno 2019

 

 

La marea montante del vaccinismo dilaga sui media e negli ambienti politici. Facciamo qualcosa.

08 Settembre 2018 Pubblicato in Benessere Olistico

vaccinismo

 

Negli ultimi giorni risulta chiaro che la “vulgata” di regime, attraverso i partiti – di governo e di opposizione – è ormai che i vaccini, così come sono, sono cosa sacrosanta ed intoccabile: bene è che siano comunque obbligatori.

Il dibattito – quel poco di dibattito che è stato consentito fino a qualche settimana fa - è finito.

Chi vuole che la vicenda dei vaccini sia chiarita, investigata bene, e che questi vaccini mal fatti e dati “a valanga” ai bambini vengano ripensati, viene relegato in una tribù di invasati fanatici e fuori di testa.

 

La marea montante del vaccinismo dilaga sui media e negli ambienti politici. Facciamo qualcosa. - 4.0 out of 5 based on 9 votes

Bergoglio rinuncerà finalmente al Principio di Autorità?

26 Agosto 2018 Pubblicato in Spiritualità

bergoglioirlanda

Di fronte all’irrefrenabile scandalo dei comportamenti amorali di tanti preti e suore, Bergoglio in Irlanda dichiara: “La Chiesa ha fallito, provo vergogna”.

Bene, era ora che, invece di “coprire” i misfatti per salvare la “santità” dell’istituzione – come hanno incredibilmente fatto Papi precedenti, anche “santi subito” - un Papa ammettesse come stanno le cose.

Ma ora vediamo se trarrà conseguenze logiche e pratiche da queste dichiarazioni....

(continua a leggere )

Bergoglio rinuncerà finalmente al Principio di Autorità? - 5.0 out of 5 based on 7 votes
Pagina 1 di 57