Incredibile Napolitano sulla parata militare.

parata“Saranno celebrazioni sobrie dedicate alle vittime del sisma”.Si terrà comunque la parata militare del due Giugno. Lo dice il capo… Vergogna!

Fiori? Opere di bene per le vittime? Conforto per i sopravvissuti spaventati?
No, c’è qualcosa di meglio da dedicare loro: una “sobria” parata militare.
E si , perché noi siamo un fiero paese guerriero, che si lancia in tutte le guerre internazionali, con il plauso del suo Presidente.
Che ben si guarda dal far applicare la Costituzione, come sarebbe suo unico compito.

E allora ai cari defunti di una tragedia, si dedicano gesti come mostrare i mitra, sfoggiare i cannoni, i cacciabombardieri, i carri armati…

In Italia ancora troppi politici con la mente completamente offuscata dall’ossequio a più alti ed oscuri poteri, e nessuna attenzione agli impulsi profondamente umani del cuore.

Noi, la gente dell’onda del risveglio, siamo diversi e non ci faremo ingannare. Per noi il cuore viene prima dell’opportunismo.

Dovremo rimboccarci le maniche e formare una limpida e forte classe politica dal nostro interno. Secondo autentici e applicati principi di coscienza umana.

Rileggiamo, almeno noi, la nostra “ santa” Costituzione:

art. 11 dei Principi Fondamentali:

"l' Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali…”

 

Vota questo articolo
(0 Voti)