Politica

Ad armi pari

19 Febbraio 2016 Scritto da Piero Cammerinesi
Pubblicato in Politica

ArmipariQuesta è una di quelle notizie che - da sole - danno il senso della distanza abissale tra vecchio e nuovo mondo.

di Piero Cammerinesi

Si tratta di qualcosa che in Europa – e nella maggior parte del mondo civile – sarebbe assolutamente impensabile, mentre oltreoceano non solo è pensabile, ma diviene addirittura legge dello Stato.

Mi riferisco alla legge del Texas, denominata "campus carry", che entrerà in vigore il 1 agosto 2016 - che gli atenei statali sono obbligati ad applicare - secondo cui è consentito a studenti, genitori in visita e professori portare con sé armi da fuoco nelle aule scolastiche.

Ad armi pari - 5.0 out of 5 based on 3 votes

E’ il potere a fabbricare il terrore, ma il 30% non ci casca più

16 Febbraio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

faustocrop1La Terza Guerra Mondiale? Ci siamo già dentro: ed è cominciata l'11 settembre del 2001, con l'attacco alle Torri Gemelle e quindi le invasioni dell'Afghanistan e dell'Iraq. Da allora, solo guerra. Non c'è davvero altro modo per definire lo scenario di inarrestabile e devastante destabilizzazione globale, con milioni di morti e popoli in fuga, in un'aera vastissima: dall'Asia Centrale al Medio Oriente, all'Africa, fino al terrorismo finto-islamista che minaccia l'Europa. La buona notizia – l'unica – è che un 20-30% dell'umanità di sta "risvegliando", e ha capito che non si può più fidare del sistema mainstream, politico e finanziario, economico e mediatico. E', in sintesi, la visione fornita in questi giorni da Fausto Carotenuto, già analista strategico dei servizi italiani, ora animatore del network "Coscienze in Rete", che diffonde contro-informazione con particolare attenzione al profilo invisibile, anche "spirituale", degli avvenimenti. La tesi: una piramide "nera" di potere fomenta la paura e l'odio, in ogni parte del mondo, per generare altra paura e altro odio, in una spirale senza fine. (La tesi, in realtà, è che le piramidi sono più di una, NDR)

 

E’ il potere a fabbricare il terrore, ma il 30% non ci casca più - 4.6 out of 5 based on 9 votes

Grecia: il sindacato di polizia chiede l’arresto dei membri della Troika.

13 Febbraio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

PoliziaTroikaSempre più tesa la situazione in Grecia, oltre la violenta recessione, anche uno sciopero generale lanciato dagli agricoltori, ma rapidamente esteso alle altre categorie, sta paralizzando il Paese.

Ma la notizia più importante, rilanciata dalle agenzie di stampa, seppur con poca convinzione, è certamente questa. I vertici del POASY, uno dei sindacati di polizia greco, hanno affermato che la troika starebbe tentando con le sue richieste di ribaltare l'ordine democratico, di scalfire la sovranità nazionale e di depredare il popolo greco di importanti beni. Tali affermazioni sono state rese in una lettera diffusa pubblicamente ed inoltrata anche alla Procura di Atene, quale informativa di reato. Nella comunicazione il sindacato fa sapere che, per tali ragioni, richiederà i mandati per procedere all'arresto immediato dei membri della Troika sul territorio nazionale.

di Avv. Marco Mori

Intervista a Fausto Carotenuto - ospite di Forme d'Onda 04.02.2016

05 Febbraio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR Fausto Intervista Feb2016La terza guerra mondiale è in corso. Te ne sei accorto? Lo scenario mediorientale e gli attentati in Europa, le forze in gioco, la motivazione reale dietro tutte queste manovre. Arabia, Iran, Siria. Il bombardamento mediatico che subiamo quotidianamente. Come se ne esce. La prospettiva spirituale. Questo e molto di più in questa intervista di New Life Radio a Fausto Carotenuto, fondatore di Coscienze In Rete.

Per ascoltare, cliccare il triangolino sul player qui sotto.

Intervista a Fausto Carotenuto - ospite di Forme d'Onda 04.02.2016 - 4.0 out of 5 based on 5 votes

Temo gli Achei anche quando portano doni

05 Febbraio 2016 Scritto da Piero Cammerinesi
Pubblicato in Politica

acheiO meglio, direi, specialmente quando li portano.
O quando si sperticano in complimenti e in lodi.

di Piero Cammerinesi

La famosa frase timeo Danaos et dona ferentes che nell'Eneide viene messa in bocca a Laocoonte per convincere i Troiani a non portare dentro le mura della città il nefasto cavallo che ne avrebbe causato la rovina, mi sembra particolarmente adatta per commentare i recenti complimenti di Kerry – vero e proprio piazzista d'armi e di guerre – nei confronti del nostro Paese.

Temo gli Achei anche quando portano doni - 4.3 out of 5 based on 7 votes

Gli eurokiller del Parlamento Europeo al servizio delle lobby

04 Febbraio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR LimitiSi scopre che le case automobilistiche barano da anni, e che le loro auto inquinano il doppio dei limiti. La UE gliela fa pagare per aver truffato stati e cittadini per anni? 

Scherziamo?

Si raddoppiano i limiti delle emissioni...et voilà: tutto a norma!

Non vorrai mica lamentarti perchè ti hanno venduto come Euro 6 una macchina che nella migliore delle ipotesi inquina come una Euro 4? (A proposito, ora come la mettiamo con le disposizioni per la circolazione?)

Una manovra che ci si sarebbe potuti aspettare dal parlamento italiano, da un Razzi, o da un Verdini, che invece viene fuori dalla Commissione Euopea. Ma se l'Europa è in mano alle lobby nè più nè meno dell'Italia, perchè abbiamo ceduto la sovranità a questi buffoni? Non potevamo tenerci i nostri? In effetti, chi ha dato un'occhiata al funzionamento della UE, sa che la Commissione (che ha poteri dittatoriali) altro non è che l'espressione diretta delle lobbies, e che è proprio per questo che vogliono modificare e far scomparire queste noiosissime costituzioni nazionali, specialmente quelle scritte decentemente, come la nostra, che offrono un minimo di protezione ai cittadini. (E.C.)

Gli eurokiller del Parlamento Europeo al servizio delle lobby - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Kerry di nuovo a Roma per promuovere la guerra

03 Febbraio 2016 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Politica

CIR Kerry BalleCome ogni buon venditore, eccolo di nuovo a fare il giro dei possibili clienti. Ha un prodotto che va alla grande: la guerra. Di più! E' praticamente l'esclusivista di "Guerra-al-terrorismo(TM) ", un prodotto che spopola da almeno 15 anni. Letteralmente. Poco importa che terrorista è chi gli pare a lui. Prendiamo ad esempio quando nel 2013 venne a dirci che era stato Assad ad uccidere tutti quei bambini col gas, e che bisognava fargli la guerra subito per fermare questo barbaro disumano. Poi è uscito fuori che il gas era stato usato dai ribelli, cioè quelli che noi avremmo dovuto aiutare, cioè quelli che sono poi diventati ISIS. Poverino, si sarà sicuramente sbagliato, ma in fondo cosa importa? Non conta tanto chi si bombarda o perchè: l'importante è bombardare, no?

 

Kerry di nuovo a Roma per promuovere la guerra - 5.0 out of 5 based on 6 votes

Lettera aperta al Presidente della Repubblica: “Presidente, perché tradisce l’Italia ed il suo popolo?

03 Febbraio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR Sergio l europeoQualche giorno fa il Presidente della Repubblica Mattarella ha detto di lasciar perdere una "inverosimile sovranità perduta". Perchè un presidente della repubblica dice una cosa simile, in barba alla costituzione che ha giurato di difendere e di cui dovrebbe essere il baluardo? E' più facile capire come mai, se si inquadra meglio la provenienza di Mattarella, il suo CV e il suo ruolo in un organigramma che va ben al di la dei patri confini. Per comprendere meglio questo aspetto clicca qui

Una volta inquadrato il personaggio, sarà possibile anche comprendere perchè abbiamo pensato di pubblicare anche noi questa lettera inviata dall'avvocato Mori al Presidente della Repubblica. Al di là di un'interpretazione storica approssimativa, il buon Mori crede, o spera, che le parole di Mattarella siano frutto di "errore". Noi invece pensiamo da sempre che Mattarella stia facendo esattamente ciò che è stato messo li a fare, ma comunque non possiamo non unirci ad un appello che vuole toccare  l' "umanità" del nostro Presidente, quella parte d'interiorità che speriamo ancora presente e viva in lui.

 

Lettera aperta al Presidente della Repubblica: “Presidente, perché tradisce l’Italia ed il suo popolo? - 5.0 out of 5 based on 5 votes

La memoria di una metamorfosi che l'uomo non ha impedito

27 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

MemoriaShoahIl 27 gennaio 1945 l'esercito sovietico entrò nel campo di concentramento di Auschwitz e vide. Vide ciò che occorre sforzarsi di non dimenticare, perché non sia mai che possa tornarsi a vedere. Quel giorno ad Auschwitz c'era anche Primo Levi, prigioniero, ebreo, sopravvissuto. Con le parole del suo capolavoro, "Se questo è un uomo", oggi possiamo mantenerci all'erta, presenti a noi stessi per non (continuare a)* ricadere, meschini, nell'errore e nell'orrore. Questa è memoria.

La memoria di una metamorfosi che l'uomo non ha impedito - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Yemen, la coalizione a guida saudita ha usato di nuovo le bombe proibite

26 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Cluster yemen2Il generale Ahmed al-Asiri, in un'intervista alla Cnn andata in onda l'11 gennaio, aveva smentito che la coalizione a guida saudita che dallo scorso marzo bombarda lo Yemen avesse usato, qualche giorno prima, bombe a grappolo durante un attacco contro la capitale Sana'a. "Le abbiamo usate una volta sola, nell'aprile 2015, e contro un obiettivo militare nella provincia di Hajjah", aveva detto. Le prove raccolte da Amnesty International smentiscono il generale al-Asiri. Del resto, è la stessa persona che l'anno scorso ad aprile aveva detto che la campagna di bombardamenti aerei era finita.

Di Riccardo Nouri

Yemen, la coalizione a guida saudita ha usato di nuovo le bombe proibite - 4.7 out of 5 based on 3 votes

AL TAVOLO DEL CAOS DEI RIFUGIATI SIRIANI - SOROS GIOCA DA SOLO -

25 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR Soros ongGeorge Soros - quello che vive speculando sui fondi - si è autodefinito filantropo, e le sue fondazioni esentasse sono un ingranaggio della macchina della guerra preventiva.

Da quando, nel 1913, consigliarono a John D. Rockefeller di proteggere il suo patrimonio dalle tasse del governo, creando una fondazione filantropica che godeva di esenzioni fiscali, le fondazioni sono state utilizzate dagli oligarchi americani per mascherare tutte le loro azioni più sporche, sotto il cappello del "fare del bene per l'umanità" conosciuto come "filantropia", una cosa fatta da chi ama l'umanità.

Non è da meno George Soros, che probabilmente ha più fondazioni esenti da tasse di chiunque altro in giro per il mondo. Le sue fondazioni Open Society hanno sedi in qualsiasi paese in cui Washington voglia mettere un 'proprio uomo', o almeno dove voglia estromettere qualcuno che non sa leggere la sua musica. Queste fondazioni giocarono un ruolo chiave nei cambi di regime avvenuti dopo il 1989 nella ex Unione Sovietica e in tutta l' Europa orientale; adesso hanno spostato la loro attenzione sulla propaganda al servizio della guerra con cui USA e UK vogliono distruggere la stabilità della Siria, come fecero in Libia tre anni fa, creando l'attuale crisi dei rifugiati che sta travolgendo la UE.

di F. William Engdahl

AL TAVOLO DEL CAOS DEI RIFUGIATI SIRIANI - SOROS GIOCA DA SOLO - - 4.2 out of 5 based on 5 votes

Turchia: arrestati per aver firmato un appello per la pace

16 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Professori TurchiaLa parola "retata" per un'operazione di polizia, ricorda i fermi per spaccio o per criminalità. In Turchia si usa per gli intellettuali: oltre venti professori dell'Università di Kocaeli sono stati arrestati solo per aver firmato un appello per la pace, per aver chiesto al presidente Erdoğan di fermare le attività militari dell'esercito nelle città turche a maggioranza curda sui confini tra Siria e Iraq. E sempre questa mattina sono finiti in commissariato altri tre accademici dell'Università Abant Izzet Baysal, a nord-ovest dell'Anatolia, mentre le loro abitazioni venivano perquisite dalle forze dell'ordine. Ora sono tutti indagati per incitamento all'odio e propaganda terroristica a favore del Pkk. Un clima di terrore per chi non si adegua alle posizioni del governo.

di Stefania Battistini

Turchia: arrestati per aver firmato un appello per la pace - 5.0 out of 5 based on 2 votes

L’Italia divisa tra chi legge e chi no

12 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

ignoranzaCi sono dei dati dell'Istat che finiscono regolarmente in posizione marginale, e sono quelli sulle abitudini culturali degli italiani. L'ultima rilevazione dell'istituto statistico dice che il 18,5 per cento degli intervistati nell'ultimo anno non ha letto un libro, non ha fatto sport, non ha visitato un museo né una mostra né un sito archeologico, non è andato a teatro, al cinema, a un concerto. Questo dato diventa il 28,2 per cento per il sud.

Vorrei confrontare questa percentuale con quella citata da un libro di Giovanni Solimine uscito l'anno scorso, Senza sapere: l'89,7 per cento degli italiani guarda la televisione tutti i giorni, il 10 per cento non usa altri mezzi di comunicazione (fonte Censis). In nessun paese europeo c'è un numero così alto di teledipendenti.

Di Christian Raimo

L’Italia divisa tra chi legge e chi no - 2.3 out of 5 based on 3 votes

Seminario: Come funziona oggi la Terza Guerra Mondiale

07 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

Seminario con Fausto Carotenuto e Solange Manfredi

Castel Giorgio (Orvieto) 5-7 febbraio 2016

TERZAGUERRAMONDIALECome e perché hanno organizzato terrorismo e conflitti armati - Cosa sta realmente accadendo e chi tira i fili - La guerra alle nostre interiorità -– Il conflitto di civiltà da Huntington all’ISIS – Il pericoloso mito dell’Identità: una marcia nella follia – L’uso dell’odio, della rabbia e della paura - Le forme pensiero dell’aggressione alle coscienze umane e le forme pensiero della nostra liberazione.

Accademia di Studi Politico Spirituali di Coscienze in Rete

 

Questo seminario fa parte del percorso del Master biennale di Politica e Spiritualità, ma è aperto a partecipazioni esterne

(vedi a seguire in basso le informazioni sul seminario)

Seminario: Come funziona oggi la Terza Guerra Mondiale - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Le strane morti degli aiutanti di Putin: prima il propagandista, ora anche il capo dei servizi segreti militari russi.

07 Gennaio 2016 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Politica

SergunMOSCA – Il 'Ministero della Difesa' russo ha reso noto che il responsabile del principale 'servizio segreto' dei militari, Generale Igor Sergun, è morto all'età di 58 anni.

Il comunicato del Ministero ha detto che il Generale è morto improvvisamente Domenica scorsa, ma non ha fornito alcuna informazione sulla causa della morte o su quello che è successo.

Le strane morti degli aiutanti di Putin: prima il propagandista, ora anche il capo dei servizi segreti militari russi. - 3.8 out of 5 based on 5 votes

Riforme, la Costituzione secondo Renzi: con l’Italicum l’opposizione è ostaggio del partito di maggioranza

06 Gennaio 2016 Scritto da Redazione
Pubblicato in Politica

CIR Renzi ItalicumLa sentenza della Corte costituzionale n. 1 del 2014 nel dichiarare l'incostituzionalità della legge elettorale definita Porcellum affermava che le Camere, elette appunto con una legge dichiarata incostituzionale, avrebbero potuto continuare ad esercitare le loro funzioni soltanto sulla base di un principio implicito all'ordinamento giuridico ovvero sul principio fondamentale della continuità dello Stato. Un principio che tuttavia non legittima un esercizio prolungato nel tempo, ma al massimo, come esemplificato dalla Corte nella medesima sentenza, limitato nel tempo. In questo senso la stessa Corte fa riferimento alla prorogatio prevista negli articoli 61 e 77, comma 2 della Costituzione. Istituto che al massimo può prevedere un'efficacia di tre mesi.

Articolo di Alberto Lucarelli (Ordinario di Diritto Costituzionale Università di Napoli Federico II)

Riforme, la Costituzione secondo Renzi: con l’Italicum l’opposizione è ostaggio del partito di maggioranza - 5.0 out of 5 based on 2 votes

Venti di guerra tra Iran e Arabia Saudita, tra sciiti e sunniti… Cosa succede e perché?

04 Gennaio 2016 Scritto da Fausto Carotenuto
Pubblicato in Politica

IRANARABIASAUDITALe 46 esecuzioni da parte dei boia sauditi stanno infiammando il mondo islamico. Messi a morte diversi elementi di confessione sciita, ed in particolare l’Imam Al Nimr, leader della minoranza sciita in Arabia Saudita.

A Teheran, culla dello sciismo, le reazioni sono rabbiose e la folla ha assaltato la sede diplomatica di Riad.

L’Imam Khamenei parla di “punizione divina” imminente sulla monarchia saudita, di confessione sunnita.

I sauditi hanno risposto rompendo le relazioni diplomatiche con Teheran e accusando l’Iran di sostenere il terrorismo.

Chi ha ragione?

 

(continua in basso)

Venti di guerra tra Iran e Arabia Saudita, tra sciiti e sunniti… Cosa succede e perché? - 4.3 out of 5 based on 7 votes

Musulmani impediscono una strage di cristiani in Kenia

22 Dicembre 2015 Scritto da Enrico Carotenuto
Pubblicato in Politica

CIR UccideteciNotizie come questa mettono in evidenza come non esista alcuno scontro di civiltà, ma soltanto fini politici perseguiti con l'arma del terrore. Terrore a cui non hanno ceduto dei coraggiosissimi cittadini Keniani, che hanno messo a repentaglio la propria vita per difendere quella dei loro concittadini cristiani.

Una luce di speranza nel buio delle menzogne della propaganda che ci propinano quotidianamente.

Musulmani impediscono una strage di cristiani in Kenia - 4.0 out of 5 based on 6 votes