Enrico Carotenuto

Enrico Carotenuto

URL del sito web:

IL 15-18, OGGI. 2 - Altipiano della Bainsizza

14 Ottobre 2016 Pubblicato in Arte e Cultura

cadorna5

Prosegue il nostro viaggio con Claudio Tomaello e Stefano Bonato. Oggi la storia che ci narrano prende spunto dalla carneficina sull'altipiano della Bainsizza. Per trasformare la tragedia in amore per la vita, in conoscenza, in magia.

Per vedere la pima puntata, clicca QUI.

 

 

BOCCIA (CONFINDUSTRIA) AMMETTE LA POTENZA DELLA SVALUTAZIONE DELLA MONETA

04 Ottobre 2016 Pubblicato in Economia

Boccia ConfindustriaMa come? Ma le monete non sono semplicemente delle monete?
Allora perché BOCCIA di Confindustria, nel pezzo in cui dice di essere d'accordo col Governo, sostiene di aver paura della svalutazione della sterlina inglese?

BOCCIA (CONFINDUSTRIA) AMMETTE LA POTENZA DELLA SVALUTAZIONE DELLA MONETA - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Gli alberi parlano tra loro!

28 Settembre 2016 Pubblicato in Ecologia

Alberi ParlanoSuzanne Simard è professoressa di di Ecologia delle Foreste presso la University of British Columbia. Con i suoi studi ormai trentennali è riuscita a scoprire che gli alberi di una foresta non solo comunicano tra di loro, ma si scambiano anche nutrienti essenziali, e che riconoscono e "proteggono" i loro figli.

In questo video la professoressa Simard spiega come avvengono queste comunicazioni, e come dovrebbe cambiare il nostro atteggiamento verso lo sfruttamento delle risorse forestali alla luce di queste nuove conoscenze.

 

Gli alberi parlano tra loro! - 4.2 out of 5 based on 6 votes

Maggioni stakanovista: presidente della RAI e della Trilaterale?

23 Settembre 2016 Pubblicato in Politica

Maggioni trilateralL'anno scorso, quando Monica Maggioni fu nominata presidente della Rai dal governo Renzi, mettemmo subito in evidenza le "doti" della rampante giornalista, in un articolo dal titolo LA PRESIDENZA RAI ALLA TRILATERAL DI BRZEZINSKY, BILDERBERG & CO. 

Ieri l'Espresso ci ha fatto gentilmente sapere che quest'anno di duro lavoro ha portato i suoi frutti alla Maggioni, che a quanto pare il prossimo 7 ottobre verrà nominata anche presidente della Trilateral Italia, per il gaudio e tripudio delle italiche genti, che saranno così assolutamente certe che la loro televisione non sarà più ossequiosa verso i "poteri forti" mondialisti, ma sarà gestita ufficialmente da loro.

 

Maggioni stakanovista: presidente della RAI e della Trilaterale? - 5.0 out of 5 based on 4 votes

Massone chi?

20 Settembre 2016 Pubblicato in Politica

CIR StanlioOllio MassoniDa morire da ridere la querelle scatenata tempo fa da Ferruccio De Bortoli sul Corriere della Sera, e ripresa proprio ieri dallo stesso De Bortoli il quale a Cesenatico durante una lezione della Scuola di Politiche fondata lo scorso autunno proprio da Letta, e intitolata a Beniamino Andreatta, avrebbe detto: "Su vicende bancarie Etruria, Siena, si sente odore di massoneria".

Ci complimentiamo con l'ineffabile giornalista per la perspicacia dimostrata. Toh! Chi avrebbe mai pensato che la massoneria c'entrasse qualcosa con Monte Paschi e Banca Etruria?

 

Massone chi? - 5.0 out of 5 based on 3 votes

La sciacalla

25 Agosto 2016 Pubblicato in Arte e Cultura

SciacalliPochi minuti dopo il tragico sisma nel reatino, le televisioni hanno cominciato a seguire gli avvenimenti, alcune con maggior tatto di altre. Alcuni giornalisti ed alcune redazioni nazionali non hanno resistito, inviando personaggi inadeguati a mettere le dita nelle piaghe del dolore delle persone che hanno perso familiari e amici, oltre ai loro beni materiali. Altre si sono distinte per aver cercato di rispettare, per quanto possibile, il dolore altrui e di non disturbare i lavori di salvataggio.

Però un episodio particolare, sfuggito ai più, ci ha mostrato il vero volto di molti addetti all'informazione. 

La sciacalla - 3.8 out of 5 based on 4 votes

Cosa è cambiato a due mesi dal Brexit?

20 Agosto 2016 Pubblicato in Economia

CIR Brexitcazzola1Alla fine di giugno andammo a vedere gli andamenti delle borse europee e delle valute, accorgendoci che il tanto temuto (dai media) Brexit, di fatto, non aveva avuto effetti negativi sull'economia britannica. Ma come stanno le cose ora che sono passati due mesi dal fatidico voto britannico?

Le isole della regina sono affondate? E l'Europa?

Assolutamente no. Anzi...

Cosa è cambiato a due mesi dal Brexit? - 5.0 out of 5 based on 2 votes

iDIOTS: 4 minuti che fanno pensare

12 Luglio 2016 Pubblicato in Arte e Cultura

People1Ci prendono in giro? Ci prendiamo in giro da soli? Un brevissimo corto animato fatto da Big Lazy Robot ci porta a riflettere sul nostro modo di vivere la tecnologia e l'economia. Da vedere.

iDIOTS: 4 minuti che fanno pensare - 5.0 out of 5 based on 3 votes

Terrorismo economico: le balle sul BREXIT

30 Giugno 2016 Pubblicato in Economia

CIR Brexit BalleE' passata una settimana dallo storico voto che ha visto i britannici scegliere di uscire dall'Unione Europea.

Una settimana in cui i media ci hanno raccontato, per ventiquattro ore al giorno, storie horror di devastazione economica senza precedenti. Ci hanno detto che le borse e la Sterlina sono crollate, e sedicenti economisti si sono stracciati le vesti assicurandoci che la Gran Bretagna sarebbe tornata all'età della pietra nel giro di un mese.

Ma è veramente così?

La risposta è più che ovvia: NO!

Diamo quindi un'occhiata a ciò che è successo ed a ciò che sta realmente succedendo.

Terrorismo economico: le balle sul BREXIT - 4.8 out of 5 based on 12 votes

L'attentato ad Istanbul: che senso ha?

29 Giugno 2016 Pubblicato in Politica

ataturkL'ennesimo tragico attentato. 36 morti e 147 feriti, questa volta ad Istanbul. Anche questo attribuito dai media all'Isis. Ma è così?

Dipende cosa intendiamo per Isis.

Se immaginiamo che questo sia l'ennesimo colpo di un gruppo di super-terroristi estremisti islamici in grado di tenere in scacco buona parte del medio-oriente e di terrorizzare l'occidente riuscendo a colpire a piacimento da Ottawa a Sidney, da Parigi alla Tunisia, allora siamo fuori strada.

Se invece pensiamo all'Isis come strumento creato, gestito e manipolato dalle potenze occidentali e dalle monarchie del Golfo per essere lo spauracchio di una strategia della tensione applicata su scala mondiale, come una sorta di BR dopo una cura di steroidi, allora si: l'attentato è indubbiamente opera dell'Isis.

L'attentato ad Istanbul: che senso ha? - 4.3 out of 5 based on 6 votes